martedì 11 marzo 2008

DIPENDENZA DA COCAINA: ALLARME TRA LE DONNE



L’uso di cocaina sta diventando sempre più un affare da donne. In aumento il consumo tra le donne manager, per combattere ansia e stress.

Il problema della cocaina si sta diffondendo e sta coinvolgendo popolazioni classicamente ritenute meno a rischio. Dati recenti indicano un uso in crescita della cocaina tra le donne. In particolare le fasce più colpite sono giovani studentesse e donne manager.
Il consumo di questa droga, sebbene rimanga il più delle volte sporadico, è legato al desiderio di diminuzione di sensazioni di paura, ansia e per aumentare la sicurezza (la cocaina si sa rende più aggressivi).

Quali sono i motivi di questo aumento esponenziale del consumo? Gabriella Gilli, docente di psicologia della Personalità presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, lo definisce “evoluzione in rosa dei consumi”, e sarebbe dovuto all’equiparazione dei comportamenti femminili a quelli maschili. Insomma dopo le sigarette, la cocaina.

La cocaina viene assunta per diminuire la paura, combattere lo stress e allentare le responsabilità, migliorando le performance. La cocaina viene utilizzata come farmaco fai-da-te, un’auto-cura che viene vista da coloro che la assumono come un elisir in grado di risolvere immediatamente i problemi. Naturalmente i problemi non si risolvono, svaniscono temporaneamente per ricomparire al termine dell’effetto della sostanza, cosicché la consumatrice per star bene ricorre ad un’altra dose, spiega sempre Gilli nel convegno “L’altra faccia della coca” presso l’ateneo milanese.
Concludiamo con una previsione allarmante: nel 2010 gli italiani che consumano cocaina potrebbero aumentare del 40%!

Foto by julianrod

1 commento:

Guhn ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.